Grottammare: Il 21 Marzo si celebra la XXII ”Giornata della Memoria e dell’Impegno” in ricordo delle vittime di tutte le mafie

Si terrà a Grottammare la celebrazione della XXII “Giornata della Memoria e dell’Impegno”.

Da ormai ventidue anni “Libera Associazioni, nomi e numeri contro le Mafie” celebra, simbolicamente nel primo giorno di primavera, la “Giornata della Memoria e dell’Impegno” in ricordo delle vittime di tutte le mafie. Per il secondo anno consecutivo in ogni Regione italiana verrà organizzata una manifestazione che si svolgerà parallelamente a quella nazionale che si terrà quest’anno a Locri (RC).
La sede scelta per la celebrazione nelle Marche è Grottammare, un comune che recentemente si è visto assegnare, al termine della procedura di confisca, un bene confiscato sito in Contrada San Francesco. Tale bene, confiscato per reati correlati al gioco d’azzardo, è stato recentemente destinato da una delibera di giunta a progetti di recupero per la disabilità. In un recente incontro svoltosi con Don Luigi Ciotti, il sindaco, dott. Enrico Piergallini, ha ringraziato Libera “per il percorso svolto insieme sui temi della legalità e per averci aiutato a guardare dove prima non eravamo abituati a farlo”.
Il programma della giornata prevede l’inizio del corteo, a cui è prevista la partecipazione di più di 1500 studenti da tutte le Marche, alle ore 10:00 dal piazzale della stazione. Il corteo terminerà a Piazza Kursaal dove alle ore 11:15 circa è previsto l’inizio della lettura dei nomi delle più di 900 vittime di mafia. Seguirà l’intervento della dott.ssa Paola Senesi, referente regionale di Libera, che sull’iniziativa dichiara: “Il Coordinamento Regionale è assolutamente soddisfatto del lavoro svolto: come sempre Libera si è fatta promotore di un’iniziativa che coinvolge però trasversalmente tutta la società civile. Per questo, come sempre, abbiamo cercato la collaborazione e il sostegno delle scuole e delle associazioni e la risposta è stata unanime e positiva. Crediamo fermamente nel valore formativo dell’iniziativa e nell’importanza che la memoria, seguita dall’impegno concreto, ha per la lotta alle Mafie”.

 

Leggi tutto QUI

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *